Sciopero Generale del 21 ottobre 2016 indetto dalla USB – precisazioni esclusioni

19 Ottobre 2016

La Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento della Funzione Pubblica informa che la  Confederazione USB - Unione Sindacale di Base, con ulteriore nota, prot. n. 161007/023 del 7 ottobre 2016, in annullamento e sostituzione della stessa nota, pari data e protocollo, che in adesione alla delibera della Commissione di garanzia  per l’attuazione del diritto di sciopero nei servizi pubblici essenziali, n.1764/2016 di stessa data, ha revocato SOLO per il personale del comparto/settori ENTI LOCALI, VIGILI DEL FUOCO, IGIENE AMBIENTALE, COMUNICAZIONE, FUNERARIO, NOLEGGIO con Conducente, ENERGIA e GAS/ACQUA dei Comuni di Monfalcone e Ronchi dei Legionari (Provincia di Gorizia) e Codroipo e Nimis (Provincia di Udine) della Regione FRIULI-VENEZIA GIULIA dallo sciopero generale di tutte le categorie pubbliche e private, previsto per l’intera giornata del 21 ottobre 2016.

Al fine di contemperare l’esercizio del diritto di sciopero con il godimento dei diritti della persona costituzionalmente tutelati ai sensi dell’art.1 della legge 12 giugno 1990, n.146, nel corso dello sciopero saranno assicurati, dalle Amministrazioni pubbliche interessate, adeguati livelli di funzionamento dei servizi pubblici essenziali di cui all’articolo 2 della legge 12 giugno 1990, n. 146 e successive modificazione ed integrazioni, mediante l’erogazione delle prestazioni indispensabili individuate dai contratti collettivi di lavoro, così come interpretati dalla Commissione di Garanzia ai sensi dell’art. 13 della citata legge n. 146/1990 e successive modificazioni ed integrazioni.