Il ministro Zangrillo a Marino, nuova tappa per ‘Facciamo semplice l’Italia’

29 gennaio 2024

Riparte da Marino (Roma) “Facciamo semplice l’Italia. PArola ai territori”, il percorso lungo tutto il Paese del ministro Paolo Zangrillo, con il Dipartimento della funzione pubblica, per condividere e realizzare insieme i tanti progetti che riguardano la Pubblica amministrazione.
 
“Se vogliamo guardare oltre l’orizzonte, e rendere la Pa sempre più veloce ed efficiente, è indispensabile raccontare quello che stiamo facendo – ha sottolineato il Ministro Zangrillo salutando gli amministratori presenti nella sala consiliare del Comune dell’area metropolitana di Roma – e ascoltare chi ha le chiavi per far funzionare la macchina amministrativa. Un organismo complesso, che non si limita ai soli enti centrali, ma è fatto di tante articolazioni e arterie, muscoli e organi, che lavorano incessantemente e instancabilmente con l’obiettivo di far funzionare il cuore pulsante del nostro Paese: le comunità, le famiglie, le imprese”.
 
“A un anno esatto dall’avvio di questo progetto, grazie al quale abbiamo già toccato nove regioni italiane, vogliamo continuare ad ascoltare e a confrontarci con i rappresentanti dei territori per dare loro risposte concrete, tangibili, e passare così dalle parole ai fatti”, ha aggiunto il Ministro Zangrillo, paragonando gli amministratori a Jannik Sinner, fresco vincitore degli Australian Open, perché “operano ogni giorno, proprio come il tennista, con passione, tenacia e coraggio”.
 
Al centro dei lavori della tappa odierna le opportunità e le sfide per le aree metropolitane. Ne hanno parlato, tra gli altri, l’assessore al Personale del Comune di Roma, Andrea Catarci, il sindaco di Monterotondo e presidente di Anci Lazio, Riccardo Varone, il direttore generale dell’Upi, Piero Antonelli, il direttore Affari istituzionali e personale della Regione Lazio, Luigi Ferdinando Nazaro, e Giuseppe Tripoli, segretario generale di Unioncamere.
 
“La città di Marino riassume appieno la vitalità e ricchezza dei nostri territori, custodi di un patrimonio unico di cultura e tradizione e di quel saper fare italiano che esportiamo in tutto il mondo – è un passaggio del messaggio inviato dal vicepremier e ministro degli Esteri, onorevole Antonio Tajani – I territori sono per questo al centro dell’azione del Governo. Vi ringrazio quindi per il lavoro svolto finora e vi invito a continuare lungo questa strada rafforzando questo importantissimo dialogo!”.
 
“Con grande umiltà, cerco di ripercorrere gli insegnamenti del primo Sindaco di Marino del dopoguerra, Zaccaria Negroni, che sempre con il sorriso ha governato con un’unica missione, quella di fare del bene alla cittadinanza. Questa iniziativa del Ministro Paolo Zangrillo è estremamente necessaria e lo ringrazio di essere qui oggi. È importante governare i territori in modo efficace andando tra i cittadini per ascoltare i loro suggerimenti. Si tratta di un approccio pragmatico, indispensabile per progettare interventi che rispondano in modo concreto alle esigenze: un obiettivo per il quale è necessaria una macchina amministrativa adeguata, animata da personale qualificato, che sappia dare indicazioni certe a fronte delle richieste degli utenti. La formazione delle risorse umane rappresenta una leva irrinunciabile, ed è per questo che abbiamo voluto garantire la formazione del personale nell’ambito del servizio”, ha specificato il Sindaco di Marino, Stefano Cecchi, che nel suo intervento ha ricordato “l’istituzione delle posizioni organizzative di elevata qualificazione, le recenti selezioni per immissioni in organico in un approccio sinergico con le altre realtà amministrative del territorio, la digitalizzazione dei servizi alla cittadinanza, come quelli di iscrizione scolastica, e degli Sportelli Unici Suap e Sue”.