Il Ministro Zangrillo a confronto con la Regione Autonoma Valle d’Aosta

16 febbraio 2024

È proseguito ad Aosta, dodicesima tappa di “Facciamo semplice l’Italia. PArola ai territori”, il percorso di ascolto e di confronto lungo il Paese del Ministro per la Pubblica Amministrazione, senatore Paolo Zangrillo. Una importante occasione di confronto per raccogliere le indicazioni e le proposte delle istituzioni e degli stakeholder attivi nei luoghi visitati e realizzare insieme i tanti progetti che riguardano la PA.

“Lavorare in squadra è indispensabile nell’epoca, piuttosto complessa, in cui stiamo vivendo – osserva il Ministro Zangrillo – Abbiamo il dovere di dialogare con le istituzioni territoriali e le associazioni di categoria per modernizzare la Pubblica amministrazione, e quindi il Paese di cui è architrave, semplificandone il rapporto con cittadini e imprese. Quella di oggi è stata una giornata di confronto molto positiva per continuare ad offrire servizi al passo con i tempi, efficienti ed efficaci, e guardare così al futuro con fiducia”.

"Siamo lieti di aver ospitato l’iniziativa avviata dal Ministro per la pubblica amministrazione Paolo Zangrillo – dichiara il presidente della Regione Autonoma Valle d’Aosta, Renzo Testolin – soprattutto perché essa pone attenzione ai progetti di semplificazione, avviati e sviluppati a livello ministeriale, che esigono però di un confronto puntuale con i territori come il nostro per la loro messa a terra che tenga conto di una reale percezione dei benefici a cui tendere. Sicuramente oggi è stata un'occasione per confrontarci su questi piccoli e grandi passi in avanti che sono stati fatti e per migliorare quelle che sono le necessità della nostra realtà regionale".

Due i panel in cui sono stati suddivisi i lavori: “Le riforme della Pubblica Amministrazione alla prova delle autonomie speciali” e “Semplificazione e digitalizzazione per il sistema delle imprese”. Nel corso del dibattito, alla presenza di numerosi sindaci e amministratori locali, è emersa la necessità di inserire nuove risorse negli enti territoriali, una priorità su cui si sta concentrando l’azione del Ministro Zangrillo, che ha ricordato le 170 mila assunzioni dello scorso anno, obiettivo analogo per il 2024 e il 2025.

“Il Comune di Aosta ha saputo cogliere la sfida della digitalizzazione e della semplificazione con un particolare riguardo ai cittadini più svantaggiati, e quindi ai processi di facilitazione nel progresso digitale dell’ente – afferma il sindaco Gianni Nuti -. Più in generale, riteniamo che il miglioramento delle performance degli enti locali, e delle PA nel suo complesso, debba passare attraverso un nuovo modo di accedere e vivere come lavoratore al suo interno. L’auspicio è che i tempi siano maturi per favorire il salto di cui la PA ha bisogno attraverso un progetto di pianificazione da parte dello Stato, condiviso con i territori in modo circolare secondo un sano modello di sussidiarietà e di cooperazione”.

LEGGI L'INTERVISTA

GALLERIA FOTOGRAFICA