Tempi certi, decisioni sicure

Il sistema delle autorizzazioni diventa più semplice: saranno garantiti i tempi delle decisioni e definite le responsabilità. La riforma della PA sarà di stimolo allo sviluppo economico e al lavoro.

D.Lgs. SCIA 2

15 Luglio 2016

SCHEMA DI DECRETO LEGISLATIVO IN MATERIA DI INDIVIDUAZIONE DI PROCEDIMENTI OGGETTO DI AUTORIZZAZIONE, SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITÀ (SCIA), SILENZIO ASSENSO E COMUNICAZIONE E DI DEFINIZIONE DEI REGIMI AMMINISTRATIVI APPLICABILI A DETERMINATE ATTIVITA E PROCEDIMENTI...

Il governatore del Lazio Zingaretti e il ministro Madia

Madia e Zingaretti: ecco come la nuova Conferenza dei servizi sarà più semplice e rapida

14 Luglio 2016

Con l'entrata in vigore del decreto il 28 luglio, inizia il percorso di attuazione per dare risposte concrete in tempi certi a imprese e cittadini

Presentazione del decreto Scia

Infografiche

07 Luglio 2016

Presentazione del decreto Conferenza dei servizi

Infografiche

07 Luglio 2016

La Pubblica amministrazione come uno smartphone

Infografiche

16 Giugno 2016

Il presidente del consiglio Renzi e il ministro Madia

Conferenza dei servizi, Scia e licenziamenti disciplinari ora sono legge

16 Giugno 2016

Dopo il Foia nelle scorse settimane, il Consiglio dei ministri ha approvato in via definitiva altri tre decreti legislativi attuativi della legge delega di riforma della Pubblica amministrazione

Silenzio, parla l’amministrazione

04 Agosto 2015

Le Pubbliche Amministrazioni sono chiamate a decidere in tempi fissati dalla legge; oltre quel termine il silenzio equivarrà a un sì. Non è un incentivo ad autorizzare, ma le amministrazioni dovranno prendersi la responsabilità delle proprie decisioni: sì o no. (Legge 124/2015, art. 3)  

Più slancio alla Conferenza dei servizi

04 Agosto 2015

Decisioni più rapide. Riunioni telematiche con risparmio di tempo e denaro e, se necessario, conferenza “fisica” ma con tempi certi e programmati. Occorre rivedere i meccanismi decisionali per evitare che gli investitori finiscano stritolati negli ingranaggi del blocco delle amministrazioni con richieste di integrazione continue. (Legge 124/2015, art. 2)