Semplificare ascoltando

La consultazione dei cittadini, delle imprese, degli operatori e delle associazioni rappresentative è un momento indispensabile della politica di semplificazione. Per semplificare è infatti essenziale conoscere e avere sempre presente il punto di vista dei destinatari.

I cittadini, le imprese e gli operatori contribuiscono al processo di semplificazione partecipando alle consultazioni pubbliche, iniziative attraverso cui possono raccontare le proprie esperienze e suggerire le proprie idee per rendere più veloce e snello il rapporto con la pubblica amministrazione.

Dal 28 giugno 2021 l’Ufficio per la semplificazione del Dipartimento della funzione pubblica ha aperto due consultazioni pubbliche che chiedono a cittadini, imprese e professionisti di segnalare e descrivere la complicazione burocratica più onerosa incontrata nel corso della propria vita o della propria attività.

I cittadini possono raccontare la complicazione che hanno vissuto alla consultazione “La voce dei cittadini per una PA più semplice”. Le imprese e i professionisti possono raccontare le complicazioni incontrate nel corso della propria attività partecipando alla consultazione “La voce delle imprese per una PA più semplice”. A entrambe le consultazioni possono contribuire anche gli operatori della pubblica amministrazione che lavorano sui procedimenti amministrativi e le associazioni rappresentative. È possibile inviare il proprio contributo fino al 30 ottobre 2021.

L’obiettivo delle iniziative è raccogliere indicazioni utili per la semplificazione e la completa reingegnerizzazione in digitale di 250 procedure critiche entro il 2023, indispensabili per far ripartire il Paese, in linea con quanto previsto dal Piano nazionale di Ripresa e di Resilienza (PNRR).

Dal 2009 a oggi sono state realizzate dall’Ufficio per la semplificazione diverse consultazioni pubbliche: “Semplifichiamo!”, “Le 100 procedure più complicate da semplificare”, “Semplifica PA”, “Burocrazia: diamoci un taglio!”, "Le tue idee per semplificare".