La semplificazione della modulistica

Incertezza nei tempi, costi eccessivi e i tanti adempimenti attualmente previsti sono ostacoli sia per la vita dei cittadini che per chi vuole "fare impresa". Un intervento decisivo di riduzione e razionalizzazione della modulistica, sia in ambito SUAP che nel settore edilizia, è stato fortemente richiesto nel corso delle ultime consultazioni ed è diventato obiettivo importante dell’azione di semplificazione.

L’Agenda per la semplificazione punta, tra le altre cose, a dare attuazione ad alcune semplificazioni già adottate (ad esempio Sportello unico attività produttive, autorizzazione unica ambientale, SCIA) e a introdurre nuove misure per la semplificazione ela standardizzazione della modulistica.

I primi interventi

L’Autorizzazione unica ambientale (AUA), operativa dal giugno del 2013, ha sostituito fino a sette autorizzazioni ambientali diverse (ad esempio: l'autorizzazione allo scarico di acque reflue, l'autorizzazione alle emissioni in atmosfera, la documentazione di impatto acustico, ecc.). Il modulo unico standardizzato che è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 30 giugno 2015, ha rappresentato una ulteriore semplificazione perché supera la vecchia modulistica diversificata e agevola le imprese e i tecnici nella compilazione. Con l’intesa, nella Conferenza Unificata del 16 luglio 2015, è stato approvato il modulo semplificato e standardizzato per la DIA alternativa al permesso di costruire. Erano già stati adottati i modelli per il permesso di costruire, la SCIA, la CIL e la CILA.

Con l’accordo siglato il 12 giugno 2014 tra Governo, Regioni ed Enti Locali in Conferenza Unificata, sulla base dell’intensa attività svolta dal tavolo per la semplificazione, sono stati approvati i moduli unificati e semplificati per la presentazione della Segnalazione Certificata di Inizio Attività (SCIA) edilizia e la richiesta del permesso di costruire. 

Le attività in corso

Il lavoro del Tavolo tecnico per la semplificazione continua l'impegnativa istruttoria, che ha coinvolto anche le associazioni imprenditoriali, per la semplificazione e standardizzazione della modulistica prevista dalla Tabella A, allegata al Decreto Legislativo 25 novembre 2016, n.222 recante “Individuazione dei procedimenti oggetto di autorizzazione, Scia, silenzio assenso e comunicazione e di definizione di regimi amministrativi applicabili a determinate attività e procedimenti, ai sensi dell’art. 5 della legge 7 agosto 2015, n.124”

Grazie al lavoro congiunto del Governo, delle Regioni e degli Enti locali, sono stati sanciti diversi accordi in Conferenza Unificata per l'approvazione dei moduli unificati e standardizzati in materia di attività edilizia e commerciali e assimilate. Con i moduli sono approvate anche le istruzioni operative che indicano tutto quello che non può più essere richiesto ai cittadini.  

Per facilitare l'interoperabilità e lo scambio dei dati tra le amministrazioni, nella logica della digitalizzazione delle istanze e delle segnalazioni, con ogni Accordo sono approvati anche gli allegati tecnici e gli schemi XML di ciascun modulo.

Per tutti gli avanzamenti dell'attività si veda il sito web dell'Agenda per la semplificazione e l'archivio di tutta la modulistica adottata: http://www.italiasemplice.gov.it/modulistica/archivio-modulistica-unificata/

 

Data di pubblicazione: 14 febbraio 2019