Una decisione è per sempre

Una Pubblica amministrazione dopo 18 mesi non può più cambiare idea, per evitare di bloccare decisioni già perse in passato. La norma non modifica o estende i criteri per costruire né comprime la possibilità di dire di no.

(Legge 124/2015, art. 6)

Più slancio alla Conferenza dei servizi

Decisioni più rapide. Riunioni telematiche con risparmio di tempo e denaro e, se necessario, conferenza “fisica” ma con tempi certi e programmati. Occorre rivedere i meccanismi decisionali per evitare che gli investitori finiscano stritolati negli ingranaggi del blocco delle amministrazioni con richieste di integrazione continue.

(Legge 124/2015, art. 2)

Silenzio, parla l’amministrazione

Le Pubbliche Amministrazioni sono chiamate a decidere in tempi fissati dalla legge; oltre quel termine il silenzio equivarrà a un sì. Non è un incentivo ad autorizzare, ma le amministrazioni dovranno prendersi la responsabilità delle proprie decisioni: sì o no.

(Legge 124/2015, art. 3)

 

Circolare risparmiando

Un solo documento di circolazione che sostituisce libretto e certificato di proprietà: risparmio di tempo e denaro per gli automobilisti

Numero unico per le emergenze

Arriva anche in Italia il 112 europeo. Un solo numero con cui contattare tutti i servizi di assistenza: Polizia, Carabinieri, Vigili del fuoco, Pronto Soccorso

Lo Stato, il tuo vicino di casa

Tutti i servizi dell’amministrazione centrale in un unico ufficio territoriale. Sarà possibile entrare in contatto in un unico luogo con l’Agenzia delle Entrate, Soprintendenze, Provveditorati alle opere pubbliche, uffici scolastici regionali, ufficio della motorizzazione.

(Legge 124/2015, art. 8)

Foia, cittadini consapevoli

Trasparenza obbligatoria: con il Freedom of Information Act (Foia) l’accesso ai dati e ai documenti della Pubblica amministrazione, anche non pubblicati, diventa possibile e per tutti. L’Italia si pone così tra i Paesi più avanzati al mondo.

(Legge 124/2015, art. 7)

Primo report sull’attuazione dell’Agenda per la semplificazione 2015-2017

Pubblichiamo il primo report, aggiornato al 30 aprile 2015, sullo stato di attuazione dell'Agenda per la semplificazione 2015-2017.

L'agenda raccoglie 37 azioni che, con il digitale come comune denominatore, riducono la complicazione sofferta da cittadini e imprese in settori cruciali della propria attività come fisco, welfare, impresa e edilizia.

Il Dipartimento della Funzione Pubblica al Forum PA 2015. Gli appuntamenti

I convegni e i seminari dal 26 al 28 maggio

Martedì 26 maggio

Evento inaugurale

ore 9.30 Taglio del nastro da parte del Ministro Marianna Madia e del Ministro francese per la riforma dello Stato e la semplificazione, Thierry Mandon.

ore 10.00 Scenari di un futuro possibile: sei scenari per uno sviluppo equo e sostenibile basato sull'innovazione

Governance e capacità istituzionale nella gestione dei beni confiscati

Si è svolto oggi presso la sala Polifunzionale della Presidenza del Consiglio dei Ministri il seminario dal titolo "Governance e Capacità istituzionale della gestione dei beni confiscati" organizzato dal Dipartimento della Funzione Pubblica. L'evento si inserisce nell'ambito del progetto "Azioni di supporto ai Comuni impegnati nella gestione dei beni confiscati", promosso dall'Ufficio per la formazione del personale delle pubbliche amministrazioni, finanziato con il Fondo sociale europeo e affidato a Libera Associazioni, nomi e numeri contro le mafie.

Pagine