Modulo per la richiesta dell'equivalenza del titolo di studio stranieri a carattere accademico

Versione testuale del documento

Al Dipartimento della Funzione Pubblica  

Ufficio per l’Organizzazione ed il Lavoro Pubblico

– Servizio per le assunzioni e la mobilità

Corso Vittorio Emanuele II, 116 

00186   ROMA

 

Al Ministero dell’Istruzione, dell’università

   e della ricerca

Dipartimento per la Formazione superiore

e per la ricerca

Direzione generale per lo studente, lo sviluppo e

l’internalizzazione della formazione superiore

Ufficio 3°

Via Michele Carcani, 61

00153  ROMA

 

Oggetto: richiesta equivalenza titolo di studio ai sensi dell’art. 38 del D. Lgs 165/2001.                                      

Il/la sottoscritto/a _____________________________________________________________________

nato/a il ________________    a    ______________________________________________________

di cittadinanza _____________________________ residente a ______________________CAP________

in Via _________________________________________ Telefono_______________________________

email  _________________________________________________

chiede, ai sensi dell’art. 38 del decreto legislativo 165/2001, l’equivalenza del proprio:

titolo di studio(1)  ______________________________________________________________________

conseguito in data:________________________ rilasciato da(2) _________________________________

__________________________________________________________in data ___________________

dovendo partecipare al Concorso:(3) ___________________________________________________________________________________

 

Domanda inoltre che la relativa Determina di equivalenza venga inviata al seguente indirizzo: (per indirizzo si intende: o l’indirizzo della propria abitazione o l’indirizzo dell’Ente che bandisce il Concorso)__________________________________________________________________________

Data ________________                                     Firma __________________________

- Si inviano, sia al Dipartimento della Funzione Pubblica che al Ministero dell’Istruzione, dell’Università

 e della ricerca - Ufficio 3°, entro e non oltre la data di scadenza del Bando, i seguenti documenti :

 

- modulo compilato, obbligatoriamente, in stampatello;

- fotocopia documento di identità;

- fotocopia del bando di concorso cui si intende partecipare.

- copia autentica del titolo di studio estero (per copia autentica si intende una fotocopia del documento originale  accompagnata da una Autocertificazione ai sensi dell’Art. 46-   lettera l, m,n, del D.P.R. 28 dicembre 2000, n.445)

- copia autentica tradotta e legalizzata, del piano degli studi compiuti, esami superati e relativa votazione
  (che viene rilasciata dall’Università);

- copia autentica del titolo di studio estero tradotto(4) e legalizzato(5) con allegata dichiarazione di valore;(6)

- copia Permesso di Soggiorno UE soltanto per i soggiornanti di lungo periodo (ex carta di soggiorno CE).

 

(1)indicare il titolo di studio

(2)indicare l’Istituto che ha rilasciato il titolo di studio

(3)indicare il concorso a cui si intende partecipare e l’amministrazione che lo ha bandito 

(4) Sono "traduzioni ufficiali" quelle:

a) di traduttore che abbia una preesistente abilitazione o di persona comunque competente della quale sia asseverato in  Tribunale il giuramento di fedeltà del testo tradotto al testo originario;

b) della Rappresentanza diplomatica o consolare del Paese in cui il documento è stato formato, operante in Italia;

c) della Rappresentanza diplomatica o consolare italiana nel Paese in cui il documento è stato formato

(fonte Ministero Affari Esteri)

(5) La legalizzazione deve essere effettuata prima che venga richiesto alla competente autorità diplomatica italiana di emettere, sul titolo stesso, la Dichiarazione di valore in loco.
Invece, se il Paese che ha rilasciato il titolo ha firmato la Convenzione dell’Aia (5 ottobre 1961), bisogna apporre sul titolo di studio la cosiddetta “Postilla dell’Aia” (Aja Apostille).
Il timbro con la Postilla deve essere posto sul documento prima di richiedere alla competente autorità diplomatica italiana di emettere sul titolo stesso la Dichiarazione di valore in loco. Si è esentati dall’obbligo della legalizzazione del documento di studio o della Postilla dell’Aia solo se:

A) l’istituzione che ha rilasciato il titolo appartiene a uno dei Paesi che hanno firmato la Convenzione Europea di Bruxelles del 25 maggio 1987 (Belgio, Danimarca, Francia, Irlanda, Italia);

oppure

B) il titolo di studio è stato rilasciato da istituzioni tedesche (ciò a seguito della Convenzione italo-tedesca sull’esenzione dalla legalizzazione degli atti pubblici)

(6)  La dichiarazione di valore" è rilasciata dalla Rappresentanza Diplomatico-Consolare italiana competente per territorio nello Stato al cui ordinamento si riferiscono i titoli stessi 

Indirizzi di Riferimento:

- Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento Funzione Pubblica - UOLP - Servizio Reclutamento 
Corso Vittorio Emanuele II, 116 – 00186 Roma              
Posta certificata:  protocollo_dfp@mailbox.governo.it

Ministero dell'Istruzione, dell’Università e della Ricerca - Ufficio 3°  (Diplomi di Laurea di I° e II° livello)
Via Michele Carcani, 61 -  00153 Roma                                
Posta certificata:   dgsinfs@postacert.istruzione.it