Cittadini

Oggi la Pubblica Amministrazione è percepita dai cittadini come un ostacolo alla vita di tutti i giorni. Per questo è necessario semplificare per non morire di burocrazia ricostruendo la fiducia in uno Stato che da controparte diventa alleato.

Ecco cosa cambia per i cittadini

I cittadini potranno accedere ai servizi pubblici con un unico nome utente e un’unica password.
Sarà possibile identificarsi con un solo Pin con la pubblica amministrazione e con i privati che aderiranno al progetto. In concreto, con la stessa facilità con cui oggi si può fare un bonifico bancario o comprare un biglietto aereo, si potrà iscrivere il proprio figlio a scuola, pagare le tasse, prenotare una visita medica o un’analisi specialistica…

(Legge 124/2015, art. 1)

04 Agosto 2015

Trasparenza obbligatoria: con il Freedom of Information Act (Foia) l’accesso ai dati e ai documenti della Pubblica amministrazione, anche non pubblicati, diventa possibile e per tutti. L’Italia si pone così tra i Paesi più avanzati al mondo.

(Legge 124/2015, art. 7)

04 Agosto 2015

Tutti i servizi dell’amministrazione centrale in un unico ufficio territoriale. Sarà possibile entrare in contatto in un unico luogo con l’Agenzia delle Entrate, Soprintendenze, Provveditorati alle opere pubbliche, uffici scolastici regionali, ufficio della motorizzazione.

(Legge 124/2015, art. 8)

04 Agosto 2015

Arriva anche in Italia il 112 europeo. Un solo numero con cui contattare tutti i servizi di assistenza: Polizia, Carabinieri, Vigili del fuoco, Pronto Soccorso. L’Italia si adegua così alla direttiva Ue.

(Legge 124/2015, art. 8)

04 Agosto 2015

Un solo documento di circolazione che sostituisce libretto e certificato di proprietà: risparmio di tempo e denaro per gli automobilisti. Con il passaggio del Pra dall’Aci al Ministero delle Infrastrutture, una sola banca dati dei veicoli.

(Legge 124/2015, art. 8)

04 Agosto 2015