Scioperi

Il Dipartimento, su apposita delega del Presidente del Consiglio dei Ministri, si occupa degli scioperi indetti a livello nazionale e interregionale, riguardanti il pubblico impiego e, più in particolare, i dipendenti e la dirigenza del settore contrattualizzato, nonché il personale della Banca d'Italia, dell'Avvocatura dello Stato, delle Autorità di vigilanza, delle carriere prefettizia e diplomatica, della dirigenza penitenziaria e del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco.

Che cosa fa il Dipartimento

  •  Pubblica sul sito web istituzionale le proclamazioni di sciopero del predetto personale, al fine di darne avviso alle Amministrazioni ed alle Organizzazioni sindacali interessate anche per quanto attiene all’organizzazione della propria attività di lavoro e alla cittadinanza, per quanto riguarda l'utilità della conoscenza delle astensioni dal lavoro. Nel sito viene specificato quale sia il personale appartenente ai predetti comparti, aree e enti e le azioni di sciopero che vengono indette.
     
  • Rileva e diffonde “tempestivamente” i dati inerenti alle astensioni dal lavoro (art. 5, legge 146/1990) del personale chiamato allo sciopero. L'obbligo delle rilevazioni riguarda  il numero dei lavoratori che hanno partecipato allo sciopero, la durata dello stesso e la misura delle trattenute retribuite per la relativa partecipazione.
     

Norma di riferimento
Legge 12 giugno 1990, n. 146, e successive modificazioni ed integrazioni.


Servizio competenteServizio per i procedimenti negoziali e per la rappresentatività sindacale e gli scioperi