Monitoraggio lavoro agile

In questa pagina pubblichiamo i dati del monitoraggio sullo smart working delle pubbliche amministrazioni. I numeri, in divenire, sono molto incoraggianti perché danno conto dell’enorme sforzo del Paese per rispondere alle sfide imposte dall’emergenza sanitaria, rispetto alle quali si costruisce al tempo stesso la PA che avremo nel futuro.

Nel box "Aggiornamenti" del menu di destra,si possono consultare in ordine cronologico i dati relativi alle varie tipologie di enti, resi disponibili di volta in volta dalle amministrazioni. Nella Tabella presente nella pagina, sono riportati esclusivamente i dati relativi all'ultimo monitoraggio. 

Media Regioni con percentuali disponibili: 73,8% (incluse le unità di personale in telelavoro)

# REGIONI LAVORO AGILE TELELAVORO TOTALE PERSONALE  
1 Abruzzo 1415 - 1415 100%
2 Basilicata 711 - 1253 56,7,9%
3 Provincia autonoma di Bolzano 2800 - 3845 72,8%
4 Calabria 944 - 2050 46%
5 Campania 2883 - 4118 70%
6 Emilia Romagna 2235 461 3420 78,8%
7 Friuli Venezia Giulia 2140 34 3680 59,7%
8 Lazio 4340 - 4493 96,6%
9 Liguria 1010 - 1281 78,8%
10 Lombardia 2886 101 3034 98,4%
11 Marche 1726 10 2079 83,5%
12 Molise 395 - 622 63,5%
13 Piemonte 1973 305 2954 77,1%
14 Puglia 2291 - 2934 78,1%
15 Sardegna 2005 - 2547 78,7%
16 Sicilia 7800 - 13000 60,0%
17 Toscana 2870 352 3412 94,4%
18 Provincia Autonoma di Trento 3305 - 3487 94,8%
19 Umbria 680 - 1106 61,5%
20 Valle d'Aosta 1527 23 2450 63,3%
21 Veneto 1428  - 2749 51,9%

I dati relativi al personale in modalità lavoro agile sono conteggiati al netto dei dipendenti collocati in ferie o che usufruiscono di permessi ai sensi della normativa vigente.

(Aggiornamento al 21 aprile 2020)