Servizi e ricerca nel sito

Presidenza del Consiglio dei Ministri
Ministro per la semplificazione e la pubblica amministrazione


Assunzioni e reclutamento

Presentazione

Il reclutamento nelle pubbliche amministrazioni: servizio per la programmazione  delle assunzioni e il reclutamento

L'obiettivo di assicurare la funzionalità delle pubbliche amministrazioni e la qualità dei servizi insieme all'ottimizzazione delle risorse, per rendere compatibile la spesa del settore con le disponibilità finanziarie pubbliche, è da un decennio tra le priorità delle azioni di governo.
In questa azione di razionalizzazione il Dipartimento della Funzione Pubblica ha operato anche sulla leva delle assunzioni attraverso l'attività di monitoraggio e controllo.

Il Servizio per la programmazione delle assunzioni e il reclutamento, all'interno dell'Uppa, è nato proprio alla fine degli anni '90 con l'obiettivo di collaborare con il Ministero del Tesoro alla razionalizzazione dei flussi in entrata del personale delle pubbliche amministrazioni. In attuazione delle finalità definite dalla legge n.449 del 1997, ha monitorato la programmazione triennale del fabbisogno di personale delle pubbliche amministrazioni, raggiungendo nel periodo 1998-2001 l'obiettivo della riduzione complessiva del 3,5% del personale.

Dal 2004, con la prevista fine del blocco delle assunzioni, il Servizio riprenderà la sua azione prioritaria di coordinamento e monitoraggio della programmazione delle assunzione del personale. Un compito che dovrà svolgere indirizzando le pubbliche amministrazioni all'utilizzo di forme flessibili di reclutamento (tempo determinato, part-time, telelavoro, contratti di collaborazione, contratti di formazione lavoro) e alla mobilità.

Allo stesso tempo il Servizio ha la funzione di programmare e definire le modalità e le disciplina dei concorsi per l'accesso alle pubbliche amministrazioni; di autorizzare lo svolgimento di procedure concorsuali in sede decentrata per le amministrazioni statali; di predisporre i decreti di corrispondenza dei titoli di studio conseguiti negli Stati dell'Unione europea; di predisporre direttive per le assunzioni obbligatorie delle categorie protette e per il tirocinio dei portatori di handicap.

Inoltre il Servizio, tra le altre attività, deve coordinare le azioni per la prevenzione del mobbing e definire politiche per il miglioramento delle condizioni di lavoro nelle pubbliche amministrazioni.

Piede pagina