Destinatari e temi

La riforma della PA costituisce un progetto di cambiamento per un Paese più semplice e più trasparente. Un progetto che sarà realizzato solo se i destinatari della riforma - cittadini, imprenditori e lavoratori pubblici – potranno rendersi conto che in Italia è più semplice vivere, lavorare, fare impresa. Tra i principali interventi vi sono: cittadinanza digitale, organizzazione dello Stato sul territorio, dirigenza, anticorruzione, lavoro pubblico, Camere di commercio, enti di ricerca, società partecipate pubbliche e servizi pubblici locali, forze di polizia, conferenza dei servizi, silenzio-assenso fra amministrazioni, testi unici.

Destinatari

Cittadini

Oggi la Pubblica Amministrazione è percepita dai cittadini come un ostacolo alla vita di tutti i giorni. Per questo è necessario  semplificare per non morire di burocrazia.

Imprese

Progettare il futuro con tempi e regole certe è possibile. Si aiuta chi investe semplificando il sistema delle autorizzazioni: tempi certi, decisioni sicure, responsabilità definite. 

Lavoratori pubblici

I dipendenti saranno i protagonisti del cambiamento della Pubblica amministrazione. Accettare la sfida per tornare ad essere orgogliosi di lavorare nel pubblico è possibile. 

Temi

Cittadinanza digitale

I servizi in modalità digitale non sono un dovere da parte dell’amministrazione ma un diritto riconosciuto al cittadino. Non è solo questione di modernità ma di democrazia.

Tempi certi, decisioni sicure

Il sistema delle autorizzazioni diventa più semplice: saranno garantiti i tempi delle decisioni e definite le responsabilità. La riforma della PA sarà di stimolo allo sviluppo economico e al lavoro.

Uno Stato più organizzato

Uno Stato più semplice e dinamico deve adottare modalità organizzative più snelle e razionali con l’eliminazione delle duplicazioni, assicurando meno sprechi e più risorse.

Semplice è possibile

I passaggi burocratici sono resi più accessibili e meno complicati grazie a  un interlocutore certo e vicino per garantire pubbliche amministrazioni efficienti, trasparenti, agili e meno  costose.

Meno sprechi, più risorse

Saranno tagliate le duplicazioni di funzioni. L’obiettivo è assicurare più risorse da utilizzare per migliorare la vita e i servizi ai cittadini ma anche per razionalizzare il lavoro dei dipendenti pubblici.­ 

Lavorare per il pubblico

La valorizzazione delle competenze, il sostegno alla conciliazione e la creazione di un mercato del lavoro della dirigenza di ruolo consentiranno di innescare la marcia del cambiamento e premiare chi fa bene. 

Trasparenza e open data

La migliore politica per contrastare la corruzione è puntare sulla massima trasparenza: si abbassano i costi, migliora la qualità dei servizi offerti e si garantisce un controllo sociale come deterrente alla corruttela.