Decreto di nomina dei membri dell'Osservatorio del Lavoro agile nelle PA e della Commissione tecnica

(trasmesso per la registrazione ai competenti organi di controllo)

Versione testuale del documento

Il Ministro per la pubblica amministrazione

VISTA la legge 23 agosto 1988, n. 400, recante “Disciplina dell’attività di Governo e ordinamento della Presidenza del Consiglio dei ministri”, e successive modifiche e integrazioni;

VISTO il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, recante “Norme generali sull’ordinamento del lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche”, e successive modifiche e integrazioni;

VISTO il decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 22 novembre 2010, concernente “Disciplina dell’autonomia finanziaria e contabile della Presidenza del Consiglio dei ministri”, e successive modifiche e integrazioni;

VISTA la legge 7 agosto 2015, n. 124, recante “Deleghe al Governo in materia di riorganizzazione delle amministrazioni pubbliche” e, in particolare, l’articolo 14, avente per oggetto “Promozione della conciliazione dei tempi di vita e di lavoro nelle amministrazioni pubbliche”;

VISTA la legge 22 maggio 2017, n. 81, recante “Misure per la tutela del lavoro autonomo non imprenditoriale e misure volte a favorire l'articolazione flessibile nei tempi e nei luoghi del lavoro subordinato”;

VISTA la legge 17 luglio 2020, n. 77, recante “Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34, recante misure urgenti in materia di salute, sostegno al lavoro e all’economia, nonché di politiche sociali connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19” ed in particolare il comma 3-bis dell’articolo 263 che ha istituito, presso il Dipartimento della funzione pubblica, l’Osservatorio nazionale del lavoro agile nelle amministrazioni pubbliche, e ha stabilito che la composizione, le competenze e il funzionamento siano definiti con decreto del Ministro per la pubblica amministrazione;

VISTO il decreto del Presidente della Repubblica 4 settembre 2019, con il quale l’on. dott.ssa Fabiana Dadone è stata nominata Ministro senza portafoglio; 

VISTO il decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 5 settembre 2019, con il quale al predetto Ministro è stato conferito l’incarico per la pubblica amministrazione;

VISTO il decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 26 settembre 2019, recante delega di funzioni al Ministro senza portafoglio on. dott.ssa Fabiana Dadone;

VISTO il decreto del Ministro per la pubblica amministrazione 4 novembre 2020 che ha definito la composizione, le competenze e il funzionamento dell’Osservatorio nazionale del lavoro agile;

VISTE le note del 23 novembre 2020 con le quali il Ministro per la pubblica amministrazione ha chiesto alle amministrazioni centrali e agli enti di cui all’articolo 1 del citato decreto 4 novembre 2020 di voler designare un proprio rappresentante di qualificata professionalità quale componente dell’Osservatorio nazionale del lavoro agile;

VISTE le designazioni trasmesse dalle amministrazioni centrali e dagli enti di cui all’art. 1, comma 4 del citato decreto del Ministro per la pubblica amministrazione del 4 novembre 2020;

VISTE le designazioni dei rappresentanti delle regioni e degli enti locali da parte della Conferenza unificata nelle sedute del 3 dicembre 2020 (repertorio 158/CU) e del 17 dicembre 2020 (repertorio 170/CU);

RITENUTO di dover individuare, ai sensi dell’art. 1, comma 1, lettera l) del citato decreto del Ministro per la pubblica amministrazione del 4 novembre 2020, dieci esperti individuati tra le professionalità del settore pubblico e privato, anche appartenenti al mondo universitario, con competenze negli ambiti tematici di interesse dell’Osservatorio nazionale del lavoro agile;

VISTA la necessità di istituire la Commissione tecnica dell’Osservatorio nazionale del lavoro agile di cui all’art. 1, comma 3, del già citato decreto del Ministro per la pubblica amministrazione del 4 novembre 2020

DECRETA

Articolo 1
(Componenti dell’Osservatorio nazionale del lavoro agile)

1. Sono nominati in qualità di esperti dell’Osservatorio nazionale del lavoro agile:

  • Prof. Mariano CORSO, professore ordinario di Leadership and innovation, Cofondatore e membro del comitato scientifico degli osservatori innovazione digitale della School of Management del Politecnico di Milano;
  • Prof. Domenico DE MASI, professore emerito di Sociologia del lavoro dell’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”;
  • Dott.ssa Laura DI RAIMONDO, Direttore generale Asstel - Assotelecomunicazioni;
  • Dott.ssa Anna Maria PONZELLINI, esperta in attività di consulenza, formazione e ricerca per aziende ed enti pubblici nell’area della innovazione tecnica e organizzativa e della gestione delle risorse umane, nella valutazione delle politiche, nella ricerca socio-economica su tutti gli aspetti del lavoro;
  • Cons. Giovanni LO STORTO, Direttore generale dell’Università degli Studi Luiss Guido Carli di Roma;
  • Cons. Antonio NADDEO, Presidente dell’Agenzia per la rappresentanza negoziale delle pubbliche amministrazioni
  • Dott. Luca Giuseppe RIGONI, Direttore di Assinter Italia - Associazione società regionali per l’innovazione tecnologica nelle regioni;
  • Dott. Pompeo SAVARINO, Segretario Generale del Comune di Civitavecchia;
  • Dott. Francesco VERBARO, General advisor dell’Adepp - Associazione Casse di Previdenza professionisti italiani, Presidente di Formatemp - Ente bilaterale della formazione lavoratori somministrati;

2. Sono nominati componenti dell’Osservatorio nazionale del lavoro agile nelle amministrazioni pubbliche designati dalle amministrazioni di appartenenza:

  • Dr.ssa Claudia COLAIACOMO, Dirigente generale con incarico di consulenza, studio e ricerca del Ministero dell’Economia e delle Finanze;
  • Dott.ssa Sara CONVERSANO, Dirigente del Servizio Personale e relazioni sindacali del Ministero per i beni culturali e per il turismo;
  • Dr. Romolo DE CAMILLIS, Direttore generale dei rapporti di lavoro e delle relazioni industriali del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali;
  • Prof. Sebastiano FADDA, Presidente dell’Istituto nazionale per l’analisi delle politiche pubbliche;
  • Cons. Michele FAIOLI, Consigliere del Consiglio nazionale dell'economia e del lavoro;
  • Cons. Francesca GAGLIARDUCCI, Vice Segretario generale della Presidenza del Consiglio dei Ministri e Capo del Dipartimento per il personale;
  • Dott.ssa Carmela GIARRATANO, Direttore generale delle politiche per l'innovazione, il personale e la partecipazione del Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare;
  • Viceprefetto Dott.ssa Anna LATO, Capo ufficio di staff Amministrazione del personale dirigenziale del Ministero dell’interno;
  • Dott. Alessandro LEOPIZZI, Direttore generale del personale e della formazione del Ministero della giustizia;
  • Prof. Gianluigi MANGIA, Coordinatore del Dipartimento per lo sviluppo delle competenze gestionali della Scuola Nazionale dell’Amministrazione;
  • Dott. Lorenzo MARCHESI, Vice Direttore civile della Direzione generale per il personale civile del Ministero della difesa;
  • Dott. Alessandro MILONIS, Direttore dell’Ufficio relazioni sindacali, organizzazione. Sicurezza e salute dei lavoratori del Ministero della salute;
  • Dott.ssa Silvia NARDELLI, Dirigente Ufficio Incentivazione e sostegno alla competitività del sistema produttivo privato e del pubblico/privato in ambito nazionale e internazionale del Ministero dell’Università e della ricerca;
  • Dott.ssa Teresa NICOLAZZI, Dirigente dell’Ufficio Affari generali, logistica e contratti della Direzione generale del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali;
  • Dott.ssa Marina PENNA, Primo ricercatore dell’Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile;
  • Dott. Gianfrancesco ROMEO, Direttore generale per le risorse, l’organizzazione, i sistemi informativi e il bilancio del Ministero dello sviluppo economico;
  • Dott.ssa Gaia ROSSATO, Funzionario dell’Ufficio di Gabinetto del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti;
  • Dott.ssa Maria Grazia SAMPIETRO, Direttore centrale dell’Istituto nazionale della previdenza sociale;
  • Dott. Filippo SERRA, Direttore della Direzione generale per il personale scolastico del Ministero dell’Istruzione;
  • Min. Plen. Paolo TRICHILO, Vice Direttore generale della Direzione generale per le risorse e l’innovazione del Ministero degli affari esteri e della cooperazione internazionale;
  • Dott. Stefano TOMASINI, Dirigente generale della Direzione centrale organizzazione digitale dell’Istituto nazionale per l’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro;
  • Prof. Maurizio VICHI, professore ordinario di statistica, Direttore del Dipartimento di Scienze Statistiche, Facoltà di Ingegneria dell’Informazione Informatica e Statistica, dell’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”, designato dall’Istituto nazionale di statistica.

3. Sono nominati componenti dell’Osservatorio nazionale del lavoro agile nelle amministrazioni pubbliche designati della Conferenza Unificata:

  • Dott. Agostino BULTRINI, Responsabile ANCI del Dipartimento politiche del personale e relazioni sindacali dei Comuni, per l’Associazione nazionale comuni italiani;
  • Dott. Francesco PELLECCHIA, Settore economico-finanziario presso il Comune di Bari, per l’Associazione nazionale comuni italiani;
  • Dott. Roberto GERARDI, Segretario generale della Provincia di Lucca, per l’Unione province d’Italia;
  • Dott. Luca COMPER, Dirigente generale di Unità di Missione strategica della Provincia autonoma di Trento;
  • Dott. Bruno ZITO Dirigente generale del Dipartimento Organizzazione, Risorse umane della Regione Calabria.

Articolo 2 
(Componenti della Commissione tecnica)

1. Sono nominati componenti della Commissione tecnica dell’Osservatorio nazionale del lavoro agile:

  • Cons. Antonio NADDEO, Presidente dell’Agenzia per la rappresentanza negoziale delle pubbliche amministrazioni;
  • Cons. Ermenegilda SINISCALCHI, Capo Dipartimento della funzione pubblica;
  • Prof.ssa Marta BARBIERI, SDA Associate Professor of Practice del Dipartimento di scienze sociali e politiche dell’Università Bocconi di Milano;
  • Prof. Mariano CORSO, professore ordinario di Leadership and innovation, cofondatore e membro del comitato scientifico degli osservatori innovazione digitale della School of Management del Politecnico di Milano;
  • Dott. Filippo DANI, Direttore generale e membro del Nucleo di valutazione della Città metropolitana di Torino;
  • Prof. Domenico DE MASI, professore emerito di Sociologia del lavoro dell’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”;
  • Prof. Enrico DEIDDA GAGLIARDO, professore ordinario di Economia aziendale dell’Università degli studi di Ferrara;
  • Dott.ssa Laura DI RAIMONDO, Direttore generale Asstel – Assotelecomunicazioni;
  • Dott. Massimo FIEROTTI FIEROTTI, Responsabile del settore programmazione, controllo di gestione, valutazione della performance ed elaborazioni statistiche dell’Università degli Studi di Palermo;
  • Dott.ssa Anna Maria PONZELLINI, esperta nell’area della innovazione tecnica e organizzativa e della gestione delle risorse umane, nella valutazione delle politiche, nella ricerca socio-economica su tutti gli aspetti del lavoro;
  • Dott. Luca Giuseppe RIGONI, Direttore di Assinter Italia – Associazione società regionali per l’innovazione tecnologica nelle regioni;
  • Dott. Alessandro MASTROMONACO, Direzione Generale della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia – Posizione organizzativa Piano di Rafforzamento Amministrativo, coordinamento delle iniziative BEI e supporto specifico in ambito Comunitario;
  • Dott. Michele CAMISASCA, Direttore generale dell’Istituto nazionale di statistica.

2. Il Cons. Antonio NADDEO è nominato coordinatore della Commissione tecnica.

Articolo 3
(Disposizioni finali)

1. I componenti dell’Osservatorio nazionale del lavoro agile nelle amministrazioni pubbliche, nonché quelli della Commissione tecnica, sono nominati per un triennio e possono essere confermati una sola volta.

2. Le amministrazioni sono tenute a comunicare tempestivamente l’eventuale sostituzione del proprio rappresentante.

3. Il Ministro per la pubblica amministrazione, con successivi decreti, può procedere alla nomina degli ulteriori componenti dell’Osservatorio nazionale sul lavoro agile e della Commissione tecnica.

4. Le competenze e le modalità di funzionamento dell’Osservatorio sono stabilite dal decreto del Ministro per la pubblica amministrazione 4 novembre 2020. Alle attività di segreteria tecnica connesse con il funzionamento dell’Osservatorio provvede l’Ufficio per l’innovazione amministrativa, lo sviluppo delle competenze e la comunicazione del Dipartimento della funzione pubblica.

5. La partecipazione all’Osservatorio nazionale del lavoro agile non comporta la corresponsione di emolumenti, compensi, indennità o rimborsi di spese comunque denominati.

Roma, 20 gennaio 2021

Il Ministro per la pubblica amministrazione
Fabiana Dadone

(firmato digitalmente)