Mobilità province, l'offerta di posti supera la domanda

19 Febbraio 2016

Dai dati provvisori del Dipartimento della funzione pubblica, la cui elaborazione tecnica non è ancora completata, risulta che, per i circa 1.800 lavoratori inclusi negli elenchi di mobilità, siano state ricevute oltre 2.500 proposte di offerta complessiva di posti da parte delle amministrazioni interessate.

Per il ministro della semplificazione e della pubblica amministrazione Marianna Madia «i primi dati che emergono dall’incrocio tra domanda e offerta di mobilità sono molto incoraggianti. L’offerta da parte delle amministrazioni ha superato di gran lunga il numero dei lavoratori inclusi negli elenchi di mobilità. Questa operazione si avvia a conclusione e testimonia come i tempi siano maturi per entrare definitivamente nella logica dell’amministrazione unica della Repubblica».

Come si ricorderà, l’offerta si è conclusa lo scorso 12 febbraio con una numerosa partecipazione da parte delle amministrazioni. Attualmente il Dfp è al lavoro per un riallineamento tecnico dei dati, considerato anche l’elevato numero delle amministrazioni che hanno comunicato la loro disponibilità sul portale, al fine di incrociare e, per quanto possibile, far coincidere domanda e offerta delle professionalità, soprattutto a livello territoriale. Si avvia così a conclusione la più grande operazione di mobilità della storia italiana.