Premio Nazionale per l’Innovazione 2015

25 febbraio 2016

Si è tenuta oggi 25 febbraio presso l'Aula del Palazzo dei Gruppi Parlamentari – Camera dei Deputati – la cerimonia di consegna dei premi per l’edizione 2015 del Premio Nazionale per l’Innovazione.

Istituito nel 2008 presso la Fondazione per l’Innovazione Tecnologica COTEC con decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri il Premio, giunto alla VII edizione, è un prestigioso riconoscimento riservato ad aziende, amministrazioni pubbliche e professionisti del design individuati tra i vincitori di premi per l’innovazione assegnati annualmente a livello nazionale dalle principali Associazioni imprenditoriali e professionali nei settori dell’industria e del terziario (ABI, ADI, Confcommercio, Confindustria, PNICube), nonché da grandi gruppi industriali e dal Dipartimento della Funzione Pubblica.

Le amministrazioni pubbliche premiate:

  • la Soprintendenza archeologia della  Sardegna, per il  progetto  “Le sculture Nuragiche del Monte Prama”,  importante valorizzazione di un intervento di conservazione e restauro di beni artistici, che ha puntato contemporaneamente a facilitarne la fruizione da parte dei cittadini.
  • la Regione del Veneto, per il progetto “Meraviglie di Venezia: tesori sacri e profani nell’area di San Marco”, creazione di un sito istituzionale progettato per attrarre il pubblico internazionale, che valorizza i beni culturali coniugando la tecnologia, attraverso la digitalizzazione, con l’assoluto rigore scientifico.

Le amministrazioni pubbliche premiate in questa edizione sono rappresentative della capacità di innovazione nel settore dei beni archeologici e artistici in quanto selezionate tra le vincitrici del Premio Europa Nostra, iniziativa condotta a livello europeo che ha coinvolto per il 2015 oltre 250 amministrazioni di 29 Paesi. 

Il premio è stato lanciato nel 2002 dalla Commissione Europea e viene organizzato annualmente da Europa Nostra, rinomato network di associazioni a tutela del patrimonio storico e culturale europeo. Promuove l’eccellenza, ispira tramite esempi e stimola lo scambio delle migliori pratiche nel campo del patrimonio culturale in Europa e ha, infine,  l’obiettivo di comunicare al pubblico le bellezze ed il valore economico e sociale del nostro patrimonio artistico e culturale.