Nota integrativa sullo Sciopero nazionale del 17 marzo 2016 nel Servizio Sanitario Nazionale

07 Marzo 2016

La Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della Funzione Pubblica comunica che le Organizzazioni sindacali ANAAO ASSOMED, CIMO, AAROI-EMAC, FP CGIL MEDICI e DIRIGENTI SSN, FVM,  FASSID (AIPAC-AUPI-SIMET-SINAFO-SNR), CISL MEDICI, FESMED, ANPO-ASCOTI-FIALS MEDICI, UIL FPL MEDICI, UGL MEDICI, FIMMG, SUMAI, SNAMI, SMI, INTESA SINDACALE (CISL MEDICI-FP CGIL MEDICI-SIMET-SUMAI),  FESPA, FIMP, CIPE, SIMPEF-ANDI, ASSOMED SIVEMP-SBV, con nota del 4 marzo 2016, hanno precisato che lo Sciopero Nazionale di 48 ore, proclamato per le giornate del 17  e 18 marzo 2016, riguarda la dirigenza medica, veterinaria, sanitaria, professionale, tecnica ed amministrativa del S.S.N., nonché i medici con rapporto di lavoro con il S.S.N. che operano nei comparti della medicina generale, della pediatria e della medicina specialistica, nell’ambito dell’assistenza primaria, della medicina dei servizi, della continuità assistenziale e dell’emergenza medica.

Al fine di contemperare l’esercizio del diritto di sciopero con il godimento dei diritti della persona costituzionalmente tutelati, nel corso dello sciopero saranno assicurati, dalle Amministrazioni pubbliche interessate, adeguati livelli di funzionamento dei servizi pubblici essenziali di cui all’articolo 1 della Legge 12 giugno 1990, n. 146 e successive modificazione ed integrazioni, mediante l’erogazione delle prestazioni indispensabili individuate dai Contratti Collettivi di Lavoro, così come interpretati dalla Commissione di Garanzia in sede di valutazione ai sensi dell’articolo 13 della citata Legge n. 146/90 e successive modificazioni e integrazioni.